Scuola di Medicina e Chirurgia

Università Magna Graecia di Catanzaro

NUTRIZIONE DELLE COLLETTIVITA’ E RISTORAZIONE COLLETTIVA

Dietistica

Corso integrato di Nutrizione delle collettività e Ristorazione Collettiva

III anno I semestre

Coordinatore del C.I. prof.ssa Aida Bianco

CFU totali 7

 

MED/49 SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE

1

1

MONTALCINI T

HRIBAL ML

MED/17- MALATTIE INFETTIVE

3

TRECARICHI EM

MED/42 – IGIENE

2

BIANCO A

Descrizione del Corso

Il corso fornirà nozioni di base relative alla nutrizione nelle collettività e farà comprendere i rischi per la salute in tale ambito e gli strumenti di prevenzione.

Modulo Docente CFU
SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE Marta Letizia Hribal 1
SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE Tiziana Montalcini 1
MALATTIE INFETTIVE Enrico Maria Trecarichi 3
IGIENE Aida Bianco 2
Collegamenti Veloci:
Docente:
Marta Letizia Hribal
hribal@unicz.it
09613697072/09613694411
Edificio VI Livello Edificio Clinico B Stanza: n. 65 / Laboratorio di Ricerca Medicina Interna, III livello Corpo G
da lunedì a venerdì 9.00-18.00 previo appuntamento

SSD:
MED/49 - MED/49 - MED/17 - MED/42

CFU:
7
Obiettivi del Corso e Risultati di apprendimento attesi

Promuovere le conoscenze sulla ristorazione collettiva e far acquisire le conoscenze essenziali per valutare i rischi delle malattie infettive a trasmissione alimentare o dall’esposizione a contaminati vari. Alla fine del corso lo studente sarà in grado di adottare i relativi interventi di prevenzione, avrà acquisito la conoscenza dei principali sistemi di sorveglianza e di garanzia di qualità. Lo studente dovrà acquisire conoscenza e capacità di comprensione circa le caratteristiche del servizio di ristorazione ospedaliera e scolastica; Linee di indirizzo Europee e Linee guida del Ministero della Salute sulla ristorazione ospedaliera; Sistema HACCP; Conservazione degli alimenti; deve avere concetti di Infezioni e intossicazioni alimentari di origine batterica, virale, fungina e parassitaria; nozioni generali di epidemiologia e prevenzione delle malattie infettive trasmesse con gli alimenti, il controllo del rischio biologico; essere a conoscenza della sorveglianza nutrizionale quale strumento di prevenzione.

 

Dovrà acquisire capacità di applicare conoscenza e comprensione al fine di:

garantire la qualità dell’alimentazione nelle collettività sane (scuole) e nei gruppi affetti da patologie (ospedali, case di cura) stilando specifici menù; riconoscere correttamente le manifestazioni cliniche delle principali malattie infettive e intossicazioni alimentari.

 

Dovrà acquisire autonomia di giudizio al fine di:

scegliere appropriatamente il menù ospedaliero, scolastico e di quello delle case di cura

 

Abilità comunicative

Lo studente deve conoscere i mezzi per divulgare e promuovere le linee di indirizzo per la ristorazione e avere acquisto la capacità di comunicare l’importanza dell’alimentazione di qualità alla comunità.

 

Capacità d’apprendimento

Lo studente deve avere compreso le modalità di aggiornamento attraverso la consultazione delle pubblicazioni scientifiche del settore, delle risorse telematiche e di corsi specialistici a disposizione

Programma

Modulo Scienze tecniche dietetiche applicate SSD MED/49

Informazioni Docenti

Prof.ssa Tiziana Montalcini

Professore Associato di Scienze tecniche dietetiche applicate, presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università degli Studi “Magna Grecia” di Catanzaro

e-mail:tmontalcini@unicz.it

Orario di ricevimento: lunedì ore 10-14

 

Prof.ssa Marta Letizia Hribal

Professore Associato di Scienze tecniche dietetiche applicate, presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università degli Studi “Magna Grecia” di Catanzaro

e-mail:hribal@unicz.it

Orario di ricevimento: previo appuntamento e-mail dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19.

 

Programma

Ruolo della dieta per la promozione della salute e la prevenzione delle malattie

Relazione tra l’evoluzione delle abitudini alimentari degli stili di vita e la comparsa di malattie

Fabbisogni nelle diverse fasce di età e menù con adeguate caratteristiche nutrizionali

Menù per collettività sane e malate (mense scolastiche, ospedali)

Linee guida per la ristorazione delle collettività

Tabelle di composizione degli alimenti

Software e database nutrizionali e loro utilizzo

 

Libri di testo consigliati

 

Modulo Malattie Infettive SSD MED/17

Informazioni Docente

Docente: Prof. Enrico Maria Trecarichi

em.trecarichi@unicz.it

Orario di ricevimento: Mercoledì ore 14-16 (concordare appuntamento via e-mail).

 

Programma

Principali malattie infettive nella ristorazione collettiva

Ruolo della dieta e della nutrizione artificiale nella gestione delle patologie infettive acute

Ruolo della dieta e della nutrizione artificiale nella gestione delle patologie infettive croniche

 

 

Modulo Igiene -SSD MED/42

 

INFORMAZIONI DOCENTE

Prof. Aida Bianco a.bianco@unicz.it,

tel 0961-712367/712385;

orario di ricevimento: lunedì e mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 17.30, previo appuntamento da concordare tramite email.

 

Programma

Sistema HACCP, Conservazione degli alimenti, contaminanti vari. Piani e controlli ufficiali di alimenti e bevande, la sicurezza alimentare per la tutela della salute. Principali concetti di epidemiologia e di valutazione del rischio

Stima dell’impegno orario richiesto per lo studio individuale del programma

In base al programma stilato ed alle personali capacità di apprendimento, lo studente dovrà complessivamente dedicare allo studio individuale circa 119 ore per il corso integrato.

Risorse per l'apprendimento

Libri di testo consigliati

 

  • Human Nutrition; edito da C. Geissler e H. Powers; Elsevier
  • Alimentazione e nutrizione umana, Aldo Mariani Costantini, Carlo Cannella, Gianni Tomassi
  • Carosi G., Cauda R. Core curriculum in Malattie Infettive. Ed. McGraw-Hill
  • Roggi-Turconi. Igiene degli alimenti e nutrizione umana. Seconda edizione E.M.S.I. 2009

 

Ulteriori letture consigliate per approfondimento

  1. Manuale della Ristorazione, A cura di Salvatore Ciappellano
  2. Articoli scientifici forniti dai docenti
  3. Linee guida delle società scientifiche

 

Altro Materiale didattico

Diapositive e altro materiale fornito del Docente o scaricabili dal sito Docente

Attività di supporto

Seminari

Modalità di frequenza

Le modalità sono indicate dall’art.8 del Regolamento didattico d’Ateneo.

Modalità di accertamento

Le modalità generali sono indicate nel regolamento didattico di Ateneo all’art.22 consultabile al link http://www.unicz.it/pdf/regolamento_didattico_ateneo_dr681.pdf

 

Le prove di accertamento delle competenze saranno volte a valutare: le conoscenze, le capacità tecniche; le capacità trasversali e caratteristiche personali  (stile della comunicazione, attitudini, interessi);

Gli studenti dovranno dimostrare:

- relativamente alle Conoscenze: aver acquisito conoscenze sul ruolo della dieta per la promozione della salute e la prevenzione delle malattie; relazione tra l'evoluzione delle abitudini alimentari e degli stili di vita e la comparsa di malattie; fabbisogni nelle diverse fasce d’età e menù con caratteristiche nutrizionali e igieniche che soddisfano tali fabbisogni; menù per le collettività sane e malate, ospedalieri e scolastici; linee guida sulla ristorazione di collettività; Sistema HACCP; Conservazione degli alimenti, concetti sulle principali malattie infettive nella ristorazione; contaminanti vari; Piani e controlli ufficiali di alimenti e bevande; la Sicurezza alimentare per la tutela della salute. Concetti sul ruolo e l’impatto clinico della dieta (orale, enterale e parenterale) nella gestione delle principali malattie infettive acute e croniche.

 

- relativamente alle Capacità tecniche: essere in grado di utilizzare gli strumenti appropriati (tabelle di composizione degli alimenti, livelli raccomandati di assunzione di nutrienti, software e database nutrizionali, ecc.) per la formulazione di menù bilanciati e rispondenti ai fabbisogni di diversi gruppi di popolazione.

Essere in grado di valutare la qualità degli alimenti, di stimare i rischi per la salute connessi all’uso degli stessi o all’esposizione ad agenti potenzialmente tossici.

 

- relativamente alle capacità trasversali e caratteristiche personali: dovranno dimostrare di saper identificare i soggetti che sono a rischio e richiedono modificazioni dello stile di vita o misure preventive, saper usufruire della consulenza di altri professionisti o di medici specialisti in nutrizione.

 

Si valuterà l’esposizione degli argomenti da parte dello studente, eventuali approfondimenti sul tema effettuati autonomamente e ricerche personali effettuate.

L’esame sarà in forma scritta e orale

Per quello in forma scritta, sono previste domande a risposta multipla, domande aperte, tesine e casi clinici. Le specifiche modalità saranno definite dai docenti dei singoli moduli durante il corso.

 

I criteri sulla base dei quali sarà giudicato lo studente sono:

 

 

 

Conoscenza e comprensione argomento

Capacità di analisi e sintesi

Utilizzo di referenze

Non idoneo

Importanti carenze.

Significative inaccuratezze

Irrilevanti. Frequenti generalizzazioni. Incapacità di sintesi

Completamente inappropriato

18-20

A livello soglia. Imperfezioni  evidenti

Capacità appena sufficienti

Appena appropriato

21-23

Conoscenza routinaria

E’ in grado di analisi e sintesi corrette. Argomenta in modo logico e coerente

Utilizza le referenze standard

24-26

Conoscenza buona

Ha capacità di a. e s. buone gli argomenti sono espressi coerentemente

Utilizza le referenze standard

27-29

Conoscenza più che buona

Ha notevoli capacità di a. e s.

Ha approfondito gli argomenti

30-30L

Conoscenza ottima

Ha notevoli capacità di a. e s.

Importanti approfondimenti