Scuola di Medicina e Chirurgia

Università Magna Graecia di Catanzaro

Igiene e Medicina Preventiva

La Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva (riordinata ai sensi del decreto interministeriale 13 giugno 2017, n. 402) rientra tra le Scuole di Specializzazione di Area Medica, afferisce alla Classe della Sanità Pubblica.

La Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva afferisce alla struttura di raccordo “Scuola di Medicina e Chirurgia” ed ai relativi dipartimenti dell’Università Magna Grecia di Catanzaro (Dipartimento di Scienze della Salute: di riferimento; Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica: associato; Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche: associato)

Durata: La Scuola ha durata di 4 anni non suscettibile di abbreviazione, e rilascia il tiolo di Specialista in Igiene e Medicina Preventiva.

Finalità della Scuola: La Scuola provvede alla formazione di medici specialisti attraverso adeguate conoscenze tecniche, scientifiche e professionali nei campi della medicina preventiva, dell'educazione sanitaria e promozione della salute, della programmazione, organizzazione e valutazione delle tecnologie e dei servizi sanitari (management sanitario), dell’igiene degli alimenti e della nutrizione, dell'igiene e della sicurezza ambientale, dell’igiene e della sicurezza del lavoro, dell'edilizia civile e sanitaria, della statistica medica, dell’epidemiologia, della demografia, dei sistemi informativi sanitari, della legislazione sanitaria, delle prove di efficacia della prevenzione e dell'assistenza sanitaria. Deve acquisire professionalità e competenze relative all’organizzazione dell’assistenza primaria, all’organizzazione ospedaliera ed all’organizzazione della prevenzione primaria e secondaria (programmi di screening) in collettività ed in strutture sanitarie, sia pubbliche che private. Lo specialista deve essere in grado di: effettuare buone diagnosi dello stato di salute e dei problemi sanitari in una comunità utilizzando gli strumenti metodologici che l’epidemiologia fornisce; individuare gli interventi per raggiungere gli obiettivi di salute prefissati; identificare le priorità d'azione e le soluzioni più efficaci utilizzando metodologie innovative quali le evidence based healthcare; progettare interventi sanitari mediante la stesura di un protocollo dettagliato che preveda anche la valutazione delle risorse necessarie e la loro precisa allocazione. Altri ambiti specifici sono rappresentati: dalla sorveglianza e controllo delle malattie ereditarie, infettive, cronico degenerative e degli incidenti nelle comunità di vita e di lavoro, nei viaggiatori e nei migranti; dall'analisi dei bisogni socio-sanitari, degli stili di vita, dell'alimentazione e dei rischi ambientali; dalla ricerca epidemiologica, etiologica e valutativa; dall'informazione e formazione sanitaria; dalla programmazione, organizzazione, gestione, coordinamento delle risorse e dalla valutazione degli interventi di prevenzione, con capacità di relazionarsi alle diverse collettività rendendole soggetti attivi delle scelte di salute. Dovrà inoltre saper progettare, realizzare e valutare adeguati interventi di sanità pubblica in occasione di incidenti, catastrofi e attacchi terroristici con mezzi biologici, chimici e nucleari (BCN); nonché effettuare la valutazione di impatto ambientale per quanto concerne gli aspetti sanitari Il medico in formazione, nell’ambito del percorso formativo, dovrà apprendere le basi scientifiche della tipologia della Scuola al fine di raggiungere una piena maturità e competenza professionale che ricomprenda una adeguata capacità di interpretazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che gli consenta di gestire in modo consapevole sia l’assistenza che il proprio aggiornamento; in questo ambito potranno essere previste partecipazione a meeting, a congressi e alla produzione di pubblicazioni scientifiche e periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili alla sua formazione.

Ordinamento Didattico: Ai sensi del D.I. n. 68 del 04 febbraio 2015, lo specializzando deve acquisire 240 CFU complessivi (60 CFU/anno) di cui almeno 168 CFU sono riservati alle attività professionalizzanti necessarie per il raggiungimento delle capacità professionali nell’ambito delle attività pratiche e di tirocinio.

La frequenza alle attività formative è obbligatoria.

L’organizzazione didattica del corso di studi viene annualmente approvata dal Consiglio della Scuola con possibilità di variazioni

Obiettivi Formativi: Gli obiettivi formativi della Scuola sono conformi a quelli specificati nel D.I. n. 402 del 13 giugno 2017 e sono riportati nel regolamento della Scuola.

Sede: Campus Universitario “Salvatore Venuta”, Viale Europa, località Germaneto, 88100 - Catanzaro

Segreteria della Scuola: Sig.ra Mariella Bova

e-mail: bova@unicz.it

Tel. 0961. 3697392