Scuola di Medicina e Chirurgia

Università Magna Graecia di Catanzaro

Patologia Clinica e Biochimica Clinica

La Scuola di Specializzazione in Patologia Clinica e Biochimica Clinica (riordinata ai sensi del decreto interministeriale 13 giugno 2017, n. 402) rientra tra le Scuole di Specializzazione di Area Medica, afferisce alla Classe della Medicina Diagnostica e di Laboratorio. La Scuola di Specializzazione in Patologia Clinica e Biochimica Clinica afferisce alla struttura di raccordo “Scuola di Medicina e Chirurgia” ed ai relativi dipartimenti dell’Università Magna Grecia di Catanzaro (Dipartimento di Scienze della Salute: di riferimento Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche: associato; Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica: associato) Durata: La Scuola ha durata di 4 anni non suscettibile di abbreviazione, e rilascia il tiolo di Specialista in Patologia Clinica e Biochimica Clinica. Finalità della Scuola: La Scuola provvede alla formazione di medici specialisti attraverso adeguate conoscenze, teoriche, scientifiche e professionali ivi comprese le relative attività assistenziali, nel campo della patologia diagnostico-clinica e della metodologia di laboratorio in citologia, citopatologia, immunoematologia e patologia genetica e nella applicazione diagnostica delle metodologie cellulari e molecolari in patologia umana. Deve acquisire le necessarie competenze negli aspetti diagnostico-clinici in medicina della riproduzione e nel laboratorio di medicina del mare e delle attività sportive. Lo specialista deve acquisire competenze nello studio della patologia cellulare nell’ambito della oncologia, immunologia e immunopatologia, e della patologia genetica, ultrastrutturale e molecolare. Lo specialista deve acquisire le conoscenze teoriche, scientifiche e professionali per la diagnostica di laboratorio su campioni umani relativi alle problematiche dell’igiene e medicina preventiva, del controllo e prevenzione della salute dell’uomo in relazione all’ambiente, della medicina del lavoro, della medicina di comunità, di medicina legale, medicina termale e della medicina dello spazio. Deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nello studio dei parametri biologici e biochimici in campioni biologici nonché in vivo, anche in rapporto a stati fisiopatologici e alla biochimica clinica della nutrizione e delle attività motorie, a diversi livelli di organizzazione strutturale, dalle singole molecole alle cellule, ai tessuti, agli organi, fino all’intero organismo sia nell’uomo sia negli animali. Infine, deve acquisire le necessarie competenze per lo studio degli indicatori delle alterazioni che sono alla base delle malattie genetiche ereditarie e acquisite; lo sviluppo, l’utilizzo e il controllo di qualità in: a) metodologie di biologia molecolare clinica, di diagnostica molecolare e di biotecnologie ricombinanti anche ai fini della diagnosi e della valutazione della predisposizione alle malattie; b) di tecnologie strumentali anche automatizzate che consentono l’analisi quantitativa e qualitativa dei summenzionati parametri a livelli di sensibilità e specificità elevati; c) di tecnologie biochimico-molecolari legate alla diagnostica clinica umana e/o veterinaria e a quella ambientale relativa agli xenobiotici, ai residui e agli additivi anche negli alimenti. Il medico in formazione, nell’ambito del percorso formativo, dovrà apprendere le basi scientifiche della tipologia della Scuola al fine di raggiungere una piena maturità e competenza professionale che ricomprenda una adeguata capacità di interpretazione delle innovazioni scientifiche ed un sapere critico che gli consenta di gestire in modo consapevole sia l’assistenza che il proprio aggiornamento; in questo ambito potranno essere previste partecipazione a meeting, a congressi e alla produzione di pubblicazioni scientifiche e periodi di frequenza in qualificate istituzioni italiane ed estere utili alla sua formazione. Ordinamento Didattico: Ai sensi del D.I. n. 68 del 04 febbraio 2015, lo specializzando deve acquisire 240 CFU complessivi (60 CFU/anno) di cui almeno 168 CFU sono riservati alle attività professionalizzanti necessarie per il raggiungimento delle capacità professionali nell’ambito delle attività pratiche e di tirocinio. La frequenza alle attività formative è obbligatoria. L’organizzazione didattica del corso di studi viene annualmente approvata dal Consiglio della Scuola con possibilità di variazioni Obiettivi Formativi: Gli obiettivi formativi della Scuola sono conformi a quelli specificati nel D.I. n. 402 del 13 giugno 2017 e sono riportati nel regolamento della Scuola. Sede: Campus Universitario “Salvatore Venuta”, Viale Europa, località Germaneto, 88100 - Catanzaro Segreteria della Scuola: Sig.ra Katia Alessi e-mail: katia.alessi@unicz.it Tel: 0961. 3694701